(Ultima modifica: 9 Aprile 2020)

DOPO LO STAGE A CAMBRIDGE UN GENITORE CI SCRIVE

“Mio figlio non vedeva l’ora di fare la nuova esperienza di stage all’estero. Purtroppo

ha subito un infortunio alla gamba giocando a calcio.  
E ora come faccio per Cambridge?
Contatto le proff e mi rispondono : “Non si preoccupi, troveremo una soluzione.”
Penso che in una situazione del genere altri docenti o istituti non si sarebbero presi la responsabilità, ma qui stiamo parlando di docenti e Istituto di sarie A, anzi no, serie A+++.
GRAZIE DI CUORE ai docenti e all’Istituto per aver permesso a mio figlio di vivere questa esperienza;
GRAZIE DI CUORE a tutti i ragazzi che sono stati fenomenali nei confronti di mio figlio, soprattutto ringrazio MATTIA BERTOLINI e ALESSANDRO MARCONI che gli sono stati vicini 24 ore su 24, assistendolo in tutto come fratelli.
AI GENITORI DICO: tutti questi ragazzi sono un orgoglio per noi e anche per l’Istituto, ne dobbiamo andare fieri.”