(Ultima modifica: 9 Aprile 2020)

In barca si crea uno spazio nuovo, piccolo piccolo, che diventa ancora più piccolo se si pensa alla immensità del mare. Questo spazio angusto quasi costringe i ragazzi a conoscere i compagni, a stringere alleanze, a confrontarsi e scambiarsi informazioni circa la navigazione. 

Gli skipper diventano dei veri e propri leader positivi che, avendo le conoscenze per gestire un mezzo nell’ignoto, forniscono ai ragazzi sicurezza rendendoli, così, più consapevoli e favorendo autonomia personale e competenze sociali, quelle del gruppo, perché la solidità dell’equipaggio è tutto su una barca.